Rss
Aggiungi il tuo sito

Evento Aziendale: Come e Perché Organizzarlo

Evento Aziendale: Come e Perché Organizzarlo

Organizzare un evento aziendale può avere una grande eco a livello di business, a seconda del tipo di impostazione e degli obiettivi che ci siamo prefissati di raggiungere. Esistono tre tipologie principali di evento aziendale: – evento consumer, aperto al grande pubblico che viene generalmente organizzato in vista di un’inaugurazione o del lancio di un prodotto nuovo da immettere sul mercato; – evento trade, organizzato per le aziende partner, per comunicare la propria affidabilità e attenzione posta nei riguardi dei rapporti collaborativi; – convention, rivolto al personale dell’azienda: viene organizzato solitamente per coinvolgere i dipendenti nelle dinamiche aziendali e farli sentire partecipi della vita aziendale. Le prime due tipologie di eventi hanno carattere commerciale e si differenziano per la tipologia di questa natura (B2C nel primo caso, B2B nel secondo). La convention invece è rivolta a tutti gli interlocutori interni all’azienda, per motivarli e farli sentire parte integrante di una realtà di successo. Organizzare un evento aziendale, però, richiede molto tempo, tempo sottratto al core business aziendale: perché non rivolgersi a chi, gli eventi, li organizza per professione e sa con esattezza e precisione cosa fare e come farlo al meglio? La prima attività da svolgere quando si affida l’organizzazione di un meeting ad un’agenzia specializzata e stilare una linea guida da fornirle, con informazioni basilari riguardanti il periodo, le preferenze di location, il tipo di evento, la durata dell’evento e a chi è rivolto. Una volta che l’agenzia avrà recepito queste informazioni, sarà libera di spaziare e scegliere le combinazioni che più riterrà adatte per organizzare al meglio e nel modo più efficiente possibile l’evento. Quando si affida il lavoro ad un’agenzia, è molto importante sceglierne una che si occupi prevalentemente dell’organizzazione eventi aziendali, per essere sicuri dell’esperienza nel campo e per far sì che l’impostazione del meeting sia professionale ed adatto alle proprie...

Leggi

Come scegliere il fotografo perfetto per il proprio matrimonio

Come scegliere il fotografo perfetto per il proprio matrimonio

Il fotografo di matrimonio è uno tra i servizi più importanti di cui tener conto, per la buona riuscita del giorno delle proprie nozze: immortalare su carta fotografica i momenti più significativi, divertenti e commoventi della giornata del fatidico “SI”, è uno tra i compiti più preziosi che un fotografo professionista debba portare a termine; purtroppo però, proprio per il suddetto motivo, questo contributo professionale comporta dei costi abbastanza elevati sul proprio budget matrimoniale. In questo articolo cercheremo di capire con l’aiuto del fotografo di matrimonio Juan Carlos Marzi, come scegliere il miglior professionista in campo fotografico, per il giorno del proprio matrimonio, avendo accortezza, nella scelta, di tener conto del risparmio e della qualità conforme al prezzo e delle reali necessità di cui si ha bisogno.  Il fotografo, oltre al viaggio di nozze e al banchetto nuziale, è una tra le priorità più importanti di cui tener conto per la buona riuscita di un evento speciale, come il matrimonio; innanzitutto, è buona norma cominciare con una selezione oculata di un massimo di tre o quattro professionisti del settore, che più si avvicinano alle proprie esigenze: la scelta dovrà basarsi principalmente sulle proprie richieste in ambito fotografico e sulle disponibilità professionali del servizio che si richiede. La scelta di una rosa di professionisti comporta, anche, la conseguente richiesta di preventivi per i servizi richiesti e di colloqui conoscitivi, riguardanti le varie mansioni, per una buona scelta; per cui, dopo aver valutato con attenzione il rapporto qualità prezzo, si passa all’incontro personale con il fotografo di matrimonio. Il confronto umano è un elemento chiave nella selezione del proprio futuro fotografo di nozze: la conoscenza delle competenze tecniche offerte in relazione alle proprie richieste e la giusta armonia creatasi nell’incontro, sono punti basilari nella propria decisione.  Il colloquio conoscitivo personale, inoltre, darà la possibilità d’individuare se il fotografo di matrimonio sia abusivo o meno; ossia, se le capacità e le preparazioni del professionista siano reali o a discapito dei veri fotografi. Non è complicato capire se un fotografo sia abusivo: per prima cosa non possiede partita IVA, offre preventivi troppo vantaggiosi e risulta essere abbastanza evasivo su ulteriori delucidazioni in merito ai vari costi del servizio.  Dopo aver seguito questi preziosi consigli, non ci resta che aspettare il fatidico giorno delle nozze e sorridere ad ogni scatto!...

Leggi

Cos’è il Mobile Marketing?

Cos’è il Mobile Marketing?

Il mobile marketing è una strategia di marketing digitale volta a raggiungere un target di riferimento su smartphone, tablet ed altri dispositivi mobili, tramite siti web, e-mail, SMS/ MMS, social media e applicazioni. Il mobile marketing è ad oggi uno degli strumenti più efficaci della strategia di digital marketing, anche più del web marketing, perché con messaggi diretti e concisi è possibile raggiungere il cliente (o potenziale cliente) ovunque sul suo telefono cellulare: parliamo quindi di un piano completo e integrato di attività, programmato negli strumenti per un periodo di medio-lungo termine. Quali sono le peculiarità di questo strumento? In primo luogo, nel mobile marketing, vengono utilizzati i servizi di localizzazione, per adattare le campagne pubblicitarie in base alla posizione di un cliente o dei luoghi frequentati; il mobile marketing è quindi un modo in cui la tecnologia riesce a promuovere beni o servizi personalizzati ad un utente che è costantemente collegato a una rete tramite il proprio dispositivo mobile. Inoltre, con i servizi location-based, è possibile raccogliere i dati dei clienti e quindi offrire coupon, offerte o promozioni in base a un negozio vicino o un luogo spesso visitato dal consumatore. Queste campagne di marketing possono mirare ad attrarre il singolo utente, e quindi, di conseguenza possono risultare più efficaci per l’azienda che ne fa uso. Una seconda particolarità di questo strumento è che parliamo di marketing “permission-based”, ossia, la ricezione dei messaggi promozionali deve essere preventivamente consentita dagli utenti: in questo modo si cerca un contatto con il cliente, attuando una sorta di segmentazione e di fidelizzazione a seconda dei feedback; ottenere il numero telefonico dai clienti però non è sempre semplice, quindi è frequente un do ut des, come sconti periodici o servizi personalizzati. Inoltre, con le gli odierni piani telefonici, l’utilizzo del mobile marketing (in particolare dell’SMS marketing) è estremamente economico. Non è sufficiente però avere i mezzi per l’invio di migliaia di messaggi di testo: in assenza di strumenti di reporting adeguati per monitorare i risultati delle proprie campagne pubblicitarie, il mobile marketing perde gran parte della propria efficacia. Nonostante i trend delle strategie mirate di mobile marketing siano in forte crescita, sono ancora poche le aziende che decidono di integrarle nel proprio piano commerciale: per ottenere un vantaggio competitivo, o creare campagne di successo è infatti necessario proprio uno sviluppo sinergico del mobile marketing con la marketing strategy globale dell’azienda. È necessario però fare attenzione: per integrazione non bisogna intendere la replica delle metodologie utilizzate nei canali di marketing tradizionale, ma piuttosto una loro personalizzazione, con l’obiettivo di sfruttare al massimo le potenzialità che questo canale è in grado di...

Leggi

Mypanties, il social network dedicato alla lingerie usata

Mypanties, il social network dedicato alla lingerie usata

Ci sono social network dedicati alle carriere professionali, social network in cui postare foto e social network dedicati agli incontri: ma un social network pensato esclusivamente per gli appassionati di mutandine usate non era ancora stato inventato. A porre rimedio a questa lacuna ci pensa Mypanties.sexy, un portale che permette di far conoscere gli amanti della lingerie usata. Si tratta di un vero e proprio social a cui ci si può iscrivere gratuitamente e che funge anche da e-commerce: così, le ragazze e le donne che sono interessate a vendere i propri reggiseni usati e il proprio intimo per guadagnare possono farlo, e gli uomini in cerca di acquisti hanno l’opportunità di vedere soddisfatti i propri gusti. Come tutti i social, anche Mypanties consente agli utenti registrati di gestire la bacheca del proprio profilo: qui le Truffle – cioè le donne che pubblicano annunci e vendono le mutandine usate – possono postare le proprie inserzioni, ma anche rispondere ai commenti che ricevono, inserire nuove foto, e così via. I “follower”, qui denominati Sniffer, possono sfruttare un tasto apposito – denominato, appunto, Sniff – per seguire e conoscere tutti gli aggiornamenti delle Truffle a cui sono interessati. Per diventare Truffle popolari, e quindi ricevere nuove visite destinate a tradursi in ottimi affari per la vendita di lingerie usata, è necessario aggiornare il proprio profilo di frequente, sia con annunci inediti sia con immagini: le ragazze, infatti, sono invitate a pubblicare dei selfie in cui indossano reggiseni e intimo usati, in modo da attirare nuovi utenti. Una volta che uno Sniffer ha individuato un’inserzione a cui è interessato, non deve fare altro che procedere con l’acquisto, dopo aver selezionato il livello di uso della lingerie che predilige e aver letto le varie indicazioni messe a disposizione dalla Truffle. Il tutto avviene all’insegna della massima sicurezza e della massima affidabilità: gli Sniffer che compiono un acquisto, per esempio, lasciano un feedback a proposito della propria esperienza, dando una valutazione negativa o positiva alle Truffle. Come si può facilmente intuire, su Mypanties i feedback giocano un ruolo di primo piano, dal momento che consentono di prevenire o limitare la comparsa di annunci falsi o di profili ingannevoli. Con questo meccanismo, gli Sniffer sono tutelati, mentre le Truffle migliori vengono premiate. Ecco perché si ha a che fare con una community online interessante, che pone al centro dell’attenzione la bellezza femminile abbattendo i...

Leggi

Come il telefono erotico ha reagito alla crisi

Come il telefono erotico ha reagito alla crisi

La crisi ha portato con sé un grande clima di incertezza e le persone si sono ritrovate a dover fare numerose rinunce. Nonostante tutto, esistono però delle cose che noi italiani non siamo proprio in grado di abbandonare del tutto. Dei recenti sondaggi hanno dimostrato che molti italiani hanno preferito rinunciare a cose come la pizza del sabato, l’auto nuova e così via piuttosto che rinunciare a certi tipi di svaghi. Gli stessi sondaggi riportano, infatti, che molte persone preferiscono rinunciare a qualche sfizio in più ma non al telefono erotico, e lo confermano anche i gestori del sito annunci-sesso-al-telefono.com. Il business dell’erotismo telefonico ha conosciuto un vero e proprio boom, continuando ad aumentare il suo successo nel corso degli anni. Le persone continuano a chiamare i vari call center per mettersi in contatto con ragazze sensuali, che sanno come accendere il loro desiderio. Anche se la crisi ha costretto gli italiani a fare molti tagli sulle spese quotidiane, la telefonia erotica ha continuato a essere qualcosa di irrinunciabile. Su internet il numero di siti dedicati a questo tipo di servizi continua ad aumentare. Sintomo che questo settore sta trovando un terreno davvero molto fertile nel nostro paese. I vari call center si sfidano proponendo tariffe sempre più basse e specializzandosi in vari tipi di tematiche per stuzzicare ancora di più le fantasie degli italiani. C’è chi ti mette in contatto con ragazze giovani, chi ti fa parlare con una padrona, chi ti promette di parlare con donne mature e tanto altro ancora. Insomma c’è ne è per tutti i gusti. La crisi sembra non aver scalfito affatto il settore della telefonia erotica, che continua avere un grande successo tra il popolo italiano. Meglio rinunciare alla pizza fuori del weekend che a una calda chiacchierata con una sconosciuta disponibile a tutto per stuzzicare la fantasia di chi...

Leggi